20140131-190149.jpg

Advertisements

La Magnolia

Si tratta di una pianta molto comune diffusa tra l’America e l’Asia.

La cosa curiosa è che ne esistono circa 80 specie diverse tra piante e arbusti.

Quello che non tutti sanno è che la Magnolia ha anche proprietà medicali; infatti i suoi semi, fiori e resine contengono sostanze anti-piretiche, anti-infiammatorie, anti-reumatiche e anti-asmatiche. [wiki docet].

Questo perché? Dati una matita HB, un foglio, una foto, un corso di disegno e…un po’ di silenzio cerebrale, può accadere di ritrovarsi a dover copiare i fiori di questo albero compresi di bocciolo e di vasetto di vetro…e voilà ecco che si scoprono le caratteristiche di una pianta che abbellisce i giardini delle nostre case e dei nostri parchi.

Non avevo mai riflettuto sul grigio…anzi sì! E non mi era mai piaciuto…preferivo il bianco o il nero o tutti i colori con le loro variazioni di tono…ed invece, scopro il grigio! Anzi di più! Scopro la matita e la capacità di “chiaro-scurare”, di dare volume e dare attenzione alle parti in ombra ed a quelle in luce.

Il corso si è svolto in compagnia delle voci degli altri allievi, già all’opera con tempere e gesso colorato, e come sottofondo c’era un CD di musica celtic jazz fusion…di grande aiuto al rilassamento!

Due ore utili e divertenti per dimenticare le problematiche e preoccupazioni che fanno parte della vita di tutti e di tutti i giorni e per rimandare le scelte a domani.

Sciopero

…ogni qual volta si viaggia accade qualcosa, si dimentica lo spazzolino, si viene derubati di 70€ a Barcellona, ci si rompe un piede, non si può tornare a casa perché esplode un vulcano vicino al polo nord, oppure si perde il pullman di ritorno o ancora peggio si va incontro ad uno sciopero…
…e dunque? Il proprio aereo non può decollare perché in Italia è in atto uno strike!!
Ecco cosa c’è!! Che sei già sull’aereo seduta e scopri che non puoi partire!
E quindi dopo le imprecazioni del caso e sguardi di comprensione con il proprio vicino cerchi di occupare il tempo in qualche modo…
E così scopri che dormire è un bisogno sottovalutato!!
Ed è proprio vera la canzone che dice only hate the road when you’re missing home!

Poireaux

Come si può non amare la metro di Parigi?
È la metro che adoro di più in assoluto, semplice ed immediata…
Ogni stazione ha la sua storia, la sua particolarità, i suoi colori e odori…alcune sanno di cibo etnico, altre di gomma bruciata, altre…come quelle di milano…
I km che si percorrono lì sotto sono tantissimi, ma è anche divertente passeggiare e scoprire musicisti che arpeggiano con una chitarra elettrica “le valse d’Amelie” oppure incontrare Simon che suona e canta pezzi di tutto rispetto come One versione U2 e redemption song…
E la cosa che mi piace è incontrare tutta Parigi dal vagabondo al turista al manager alla casalinga alla donna, mamma, compagna e lavoratrice che al mercato ha comprato anche dei porri che sbucano dalla borsa della spesa…
http://youtu.be/OFGgbT_VasI