Racconto di una storia, forse una come tante

Racconto una storia…una come tante…
Parla di due persone, si incontrano, si conoscono, diventano amiche e poi si innamorano…
Tante difficoltà circostanti all’inizio
Poi si aggiunge la voglia di costruire di lei, la paura e l’indecisione di lui…lei forse non lo capiva, lui ed i suoi sogni, lui e le sue difficoltà

E poi mesi di fatica…seguiti dall’unica soluzione possibile, per lui, per ridurre la fatica di entrambi.
Ed ora mi concentro su di lei…
Lei che ci credeva…che si sentiva ancora piccola, forse piccola lo era davvero per affrontare un ambiente fatto, per dirlo alla Montale, di cocci aguzzi di bottiglia…
La fatica di risollevarsi, la fatica di lavorare insieme…la fatica di alzarsi al mattino e aprire gli occhi e dirsi è tutto vero, non c’è più, la fatica di non pensarlo di giorno per poi continuare a sognarlo di notte, la fatica di uscire con altri ragazzi e sentire comunque la sua mancanza, perché come la guardava lui era diverso, come le prendeva la mano era diverso, il suo profumo era diverso…
E poi la lotta contro se stesse per tenerlo fuori dalla propria vita…
E ancora i tira e molla…
E poi la fine estenuante, ma unica salvezza…contro le sue indecisioni e le sue identiche risposte alle identiche domande di lei…
E poi il vuoto.
Il vuoto in cui si prova a dimenticare, si ha fretta di guarire, si pensa solo alle cose brutte, ma vengono fuori anche le cose belle…
E poi ripensare a quella notte quando è andato via, alle lacrime, al divano e ad una mamma che ti promette che sarai felice…
Agli amici che ti fanno vedere le cose più belle della vita e ti stanno sempre vicini…anche con un buongiorno via messaggio!!
E per due mesi di silenzio è salva, lui cambia nazione, lei cambia lavoro. Lei si arrabbia, lo pensa ma ha solo parole brutte per lui, ricorda tutti i diversi modi in cui lui l’ha ferita, poi vengono fuori i ricordi belli ed i gesti belli di lui…e lei ne parla ancora…ed un po’ ne ha vergogna…è finita…ufficialmente da molti mesi ormai…ed è dura non pensarlo…ma in questi mesi di vuoto lei capisce cosa vuole…dalla vita…serenità…e fiducia nel futuro!! Cresce e spera di star bene!!
Lui torna e lei lo sa…empatia…lo sente…
Si incrociano per caso, lei sente la sua voce e si nasconde, lui non la vede…lei è salva…
Lui le scrive un messaggio…lei lo sperava!!
Tre giorni dopo si vedono e lui è felice, lei è spaventata…
Lui la guarda come faceva molti, molti mesi prima
Lui le prende la mano…si raccontano i mesi di silenzio
Fanno l’amore che come sempre è bellissimo, mettendoci sempre tutto, anima, corpo, mente e cuore…
Ma quella volta, c’era qualcos’altro…
Vederlo uscire da quella porta è sempre stato triste e anche quella notte…lui non aveva ben chiaro cosa volesse dalla vita…e lei si tirava fuori dai giochi…non aveva più voglia di quelle risposte…lei la sua l’aveva.
Dopo un mese lui c’è…lui vuole stare con lei, vuole costruire, vuole crescere…
Qualcuno me lo aveva detto molti mesi fa…non ti arrendere…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s